STORIA DELLA METAFISICA

Docenti: 
FABBIANELLI Faustino
Codice dell'insegnamento: 
10260*15693*2015*2010*9999
Crediti: 
12
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Settore scientifico disciplinare: 
STORIA DELLA FILOSOFIA (M-FIL/06)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Lingua dell'insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

1-Conoscenza e capacità di comprensione
Obiettivo del corso: conoscenza del nesso idealismo-realismo all’interno della filosofia moderna e contemporanea.

2- Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Applicazione delle metodologie e delle tecniche argomentative elaborate
dalla tradizione filosofica moderna e contemporanea in relazione alla questione della realtà del mondo e degli uomini.

3-4-5 Autonomia di giudizio, abilità comunicative, capacità di apprendere
Formazione di un’autonoma valutazione critica attraverso l’elaborazione del resoconto scritto di una lezione del corso e l’esame orale.

1-Conoscenza e capacità di comprensione
Obiettivo del corso: conoscenza del problema dell'intersoggettività all’interno della filosofia moderna e contemporanea.

2- Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Applicazione delle metodologie e delle tecniche argomentative elaborate
dalla tradizione filosofica moderna e contemporanea in relazione alla questione dell'intersoggettività.

3-4-5 Autonomia di giudizio, abilità comunicative, capacità di apprendere
Formazione di un’autonoma valutazione critica attraverso l’esame orale.

Prerequisiti

nessuno

nessuno

Contenuti dell'insegnamento

La realtà dell’idealismo

Il corso si propone di stabilire in che senso idealismo e realismo non sono dei concetti opposti. Se l’idealismo si definisce infatti per il nesso tra coscienza e mondo, allora è lecito parlare di realismo solo come di quella posizione teorica che determina un modo in cui la relazione idealistica tra soggetto e oggetto può essere compresa. A fronte della varietà delle strategie epistemologiche che possono essere adottate per dimostrare la verità dell’idealismo – costituzione trascendentale del mondo, immanenza metafisica, intenzionalità etc. – il corso intende mostrare ciò che tutti questi approcci hanno in comune: l’assunzione speculativa per la quale la realtà non designa un regno di oggetti indipendenti, ma piuttosto una qualità della loro posizione rispetto al pensiero.

Metafisica dell'intersoggettività

Il corso si propone di analizzare alcune delle più importanti teorie moderne e contemporanee intorno al tema dell'intersoggettività.

Programma esteso

Bibliografia

Bibliografia

a) Parte manualistica

• Aldo Masullo, Metafisica. Storia di un’idea, Roma, Donzelli 1996.

b) Parte monografica

• R. Cartesio, Meditazioni metafisiche, in: Id., Opere filosofiche, vol. 2, Roma-Bari, Laterza 1990 (o successivamente), pp. 17-83;

• I. Kant, Critica della ragion pura, a cura di P. Chiodi, Torino, Utet 1986, pp. 246-260: «I postulati del pensiero empirico in generale» e «Confutazione dell’idealismo» (B 265-287);

• G.W.F. Hegel, Fenomenologia dello spirito, Firenze, La Nuova Italia 1996, pp. 1-57, 147-153, 219-269: «Prefazione», «Introduzione», «Ragione», in particolare: «Certezza e verità della ragione» e «L’attuazione della coscienza razionale mediante se stessa»;

• G. Gentile, Teoria generale dello spirito come atto puro, Firenze, Le Lettere, 1987, capp. I-VIII, pp. 3-111;

• E. Husserl, Idee per una fenomenologia pura e per una filosofia fenomenologica, vol. 1, Torino, Einaudi 2002, pp. 181-382.

Bibliografia

Testi di Kant, Fichte, Hegel e Husserl.

Metodi didattici

Lezioni frontali.
Lettura e interpretazione di testi.
Interazione attiva tra docente e studenti in forma di discussione di singoli problemi del corso.

Lezioni frontali.
Lettura e interpretazione di testi.
Interazione attiva tra docente e studenti in forma di discussione di singoli problemi del corso.

Modalità verifica apprendimento

L’esame si compone di una parte scritta e di una parte orale: per la parte scritta lo studente
deve redigere il protocollo di una lezione del corso. La prova scritta sarà valutata in trentesimi.
La discussione orale si realizzerà in due fasi: parte manualistica e parte monografica (comprensiva degli appunti ufficiali del corso). Il voto finale si compone della media tra il voto della prova scritta e della prova orale. La prova orale servirà in particolare a verificare: 1. la conoscenza della storia della metafisica nel pensiero filosofico occidentale; 2. la comprensione dei testi filosofici; 3. la capacità di ragionare in maniera filosofica facendo uso dei concetti studiati e applicandoli a esempi specifici; 3. l’utilizzo appropriato della terminologia filosofica.

L’esame è orale e servirà in particolare a verificare: 1. la conoscenza della storia della metafisica nel pensiero filosofico occidentale; 2. la comprensione dei testi filosofici; 3. la capacità di ragionare in maniera filosofica facendo uso dei concetti studiati e applicandoli a esempi specifici; 3. l’utilizzo appropriato della terminologia filosofica.

Altre informazioni